Estate in Baden-Württemberg: tra arte, cultura e verde

In Baden-Württemberg cultura è salvaguardia della tradizione e apertura all’innovazione, invenzione e riconversione, emulazione e reinterpretazione. Città e villaggi, scenari metropolitani o rurali non cambia: ovunque si insinuano, inarrestabili, arte e creatività.

Arte classica, moderna, sperimentale e alternativa, street art, archeologia industriale, arte indipendente e design di ultima generazione.

Baden-Wurttemberg giardini e castello

Attraverso l’arte, in Baden-Württemberg è possibile compiere un vero e proprio viaggio nel tempo: dalle sculture e strumenti musicali primordiali rinvenuti nelle caverne preistoriche tra le Alpi Sveve, riconducibili all’età della pietra e sotto tutela Unesco, all’avveniristica ricostruzione della Kunsthalle di Mannheim, inaugurata la scorsa estate con i suoi sette moderni cubi raccolti attorno a un cortile luminoso.

Passando naturalmente attraverso le tante città storiche che conservano fiere i loro nuclei antichi, ma promuovono gli slanci moderni, se non addirittura futuristi.

La scuola di architettura, arte e design voluta da Walter Gropius, divenne riferimento fondamentale per tutti i movimenti d’innovazione legati al razionalismo e al funzionalismo.

Quest’anno ne ricorre il centenario di fondazione e l’anniversario viene celebrato con numerose iniziative in tutta la Germania.

In Baden-Württemberg il movimento ha lasciato importanti tracce e ha trovato -a Ulm ma un po’ in tutto il Land- il terreno ideale per tornare a diffonderne le idee moderniste dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, riuscendo a influenzare l’intera futura storia del design internazionale.

Castello di Ludwigsburg©Staatliche Schlösser und Gärten Baden-Württemberg, Günther Bayerl

Costellato di architetture uniche, centri culturali e musei, il Baden-Württemberg si presta a diversi itinerari sulle orme della corrente Bauhaus. Il Weissenhofsiedlung, quartiere modernista di Stoccarda, a firma dello stesso Gropius ma anche di Le Corbusier (le cui due abitazioni sono sotto tutela Unesco), Mies van der Rohe e altre archistar.

Il Dammerstock, altro quartiere residenziale progettato da Gropius, a Karlsruhe. La Haus auf der Alb di Bad Urach, oggi sede di meeting e conferenze con tanto di pensionato, ma originariamente concepito come avveniristica e accogliente casa per vacanze.





Gli edifici a Ulm della HfG, la scuola che nel secondo dopoguerra si dedicò a tramandare e sviluppare gli insegnamenti della Bauhaus.

Lo spirito innovatore di quegli anni si ritrova anche nei tanti musei del Land, che per il giubileo lanciano iniziative speciali a tema.

Una nota a parte meritano proprio i musei del Baden-Württemberg, già da tempo protagonisti di una mutazione lungimirante, che, da contenitori d’arte, li ha trasformati in capolavori stessi, concretizzazione perfetta di armoniosi azzardi architettonici.

Schwarzwald-Trekking
Auf der Etappe Kniebis nach Gutellbach

E’ il caso per esempio della Neue Staatsgalerie e del Kunstmuseum di Stoccarda, la Stadthaus di Ulm, il Kunstmuseum di Ravensburg… Ma anche di gallerie private come la Kunsthaus Weishaupt di Ulm, il Museum Frieder Burda di Baden-Baden, il Museum Ritter di Waldenbuch e la Galerie Stihl di Waiblingen.

Completa l’ampia offerta culturale del Baden-Württemberg un ricco e variegato calendario di teatro, danza, opera e musica, che va in scena in cornici d’eccellenza, a loro volta capolavori: tra queste, lo Staatstheater di Stoccarda, il Badisches Staatstheater di Karlsruhe, il Nationaltheater di Mannheim, lo Zimmertheater di Tübingen, la Festspielhaus di Baden-Baden, il Theater di Heidelberg e il Wallgraben Theater di Friburgo. http://www.tourism-bw.com

Fonte: Comunicato stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: