Flybrary, la lettura per i più piccoli sale a bordo di Easyjet

60.000 libri saliranno a bordo di oltre 300 aeromobili

Anche questa estate easyJet, compagnia aerea leader in Europa, renderà l’esperienza di volo di passeggeri grandi e piccoli ancora più piacevole grazie all’iniziativa ‘Flybrary’.

Dal 15 luglio e per tutto il periodo estivo, infatti, grazie alla collaborazione con l’editore HarperCollins, circa 8 milioni di passeggeri easyJet avranno a disposizione sugli oltre 300 aeromobili della compagnia, 60.000 testi per bambini e ragazzi dai 3 agli 11 anni tradotti in sette lingue, che faranno letteralmente volare il tempo speso a bordo.

I piccoli passeggeri italiani troveranno a bordo testi come “Animali fantastici e dove trovarli. Notizie da dietro le quinte, i retroscena della magia”, “Fancy Nancy”“Rory Branagan detective. I cattivi se li mangia a colazione”, che renderanno“Flybrary” la più grande biblioteca dei cieli.

Del resto, le vacanze estive rappresentano sempre l’ideale momento di condivisione tra genitori e figli e Flybrary sarà l’occasione perfetta per i passeggeri più grandi di condividere racconti con i più piccoli e appassionarsi alla lettura divertendosi insieme.




Proprio a proposito di questo Lorenzo Lagorio, Country Manager easyJet per l’Italia ha dichiarato: “easyJet è orgogliosa di portare ogni estate in vacanza milioni di famiglie italiane e contribuire a uno dei momenti più importanti all’interno della vita familiare. Il volo è diventato un’occasione unica e divertente di condivisione tra genitori e figli e per rendere questa esperienza ancora più speciale per l’estate easyJet ha deciso di trasformare le cabine in vere e proprie biblioteche volanti. I bambini più grandi possono leggere da soli i libri che troveranno nella tasca davanti al proprio sedile, i bambini più piccoli potranno chiedere ai genitori di farsi leggere una delle storie pubblicate dal nostro partner HarperCollins. Oltre a rendere le nostre policy di viaggio sempre più a misura di famiglia, cerchiamo di migliorare sempre di più anche la loro esperienza a bordo per far sì che la vacanza inizi già durante il volo”.

I dati confermano che quello dei libri per bambini è un settore in salute: sempre secondo l’Istat, infatti, nel 2017 erano il41% le persone di 6 anni e più ad aver letto almeno un libro per motivi non professionali (circa 23 milioni e mezzo), mentre dallo stesso studio emergeva che l’offerta editoriale destinata al pubblico dei bambini e dei ragazzi è aumentata molto rispetto al 2016 (+29,2% in termini di titoli e +31,2% per le tirature).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: