In vacanza nel selvaggio Baden-Württemberg

Scoprire il Baden-Württemberg

Il Baden-Württemberg è città storiche e moderne metropoli, che si contendono il palcoscenico con una gara al comfort, ai grandi eventi e alle ultime tendenze.

Non sono però che le punte vivaci e pulsanti di altrettanti iceberg verdi, dove tutto è ancora natura, silenzio e pace. Se è di questo che siete in cerca, non avrete che l’imbarazzo della scelta.

Fitte foreste (14 mila metri quadrati, pari al 38% della superficie del Land), prati e pascoli sconfinati, alberi da frutto a perdita d’occhio, brughiere sferzate dal vento, oasi protette, forre profonde attraversate dai torrenti, cascate impetuose, laghi segreti, stagni e paludi, fiumi che disegnano morbide anse, insoliti fenomeni geologici, dolci colline e montagne maestose…

Questi scenari non sono solo belli da vedere, ma fantastici da vivere. Lo sanno bene le numerose specie animali che ne caratterizzano la ricca fauna. Non occorre attraversare il mondo per regalarsi un safari di tutto rispetto.

Animali di terra, acqua e aria hanno eletto il Baden-Württemberg a proprio habitat e chiunque ami la natura e sappia rispettarla li può ammirare e incontrare senza difficoltà. Paradisi per il birdwatching sono il Lago di Costanza e quello di Feder, mentre sulle sponde dello Schluchsee si va a caccia di cervi con la guardia forestale, armati però solo di lanterne.

Le pecore non sono certo rare, soprattutto da queste parti, ma rara è certamente l’occasione di salire con loro all’alpeggio e vivere un paio di giorni con i pastori, imparando a gestire il gregge, a mungere e a fare il formaggio. Sulle Alpi Sveve è possibile.

Parco Nazionale della Foresta Nera

Alcune zone, protette proprio per la loro biodiversità, vanno visitate in punta di piedi, inchinandosi a una natura ancora intatta. Nel Parco Nazionale della Foresta Nera, i ranger guidano alla scoperta di un ambiente non troppo plasmato dall’uomo e affidato ancora ai ritmi della natura.

Alla fine di quest’anno verrà inaugurato il nuovo centro visitatori del Ruhestein, con uno skywalk spettacolare sulle cime del comprensorio. La Riserva della Biosfera delle Alpi Sveve, letteralmente strappata ai carrarmati della piazza d’armi qui insediata fino a qualche anno fa, è tornata a rispondere ai suoi bioritmi ed è fiore all’occhiello della Regione, con una vegetazione spontanea rigogliosa e con alcune specie in via d’estinzione come l’antennaria e il botrichio lunaria.

Dichiarato paesaggio culturale dall’Unesco nel 2009, questo territorio è raro esempio di felice convivenza tra uomo e natura. Quello della Riserva della Biosfera della Foresta Nera è un paesaggio levigato dai ben sei ghiacciai che qui si incontravano un tempo…

Vi sopravvivono specie vegetali e animali altrove estinte, ma soprattutto l’uomo vive in armonia con la natura, senza violarla. Ne sono esempio gli Allmendweiden: vasti pascoli comuni che da secoli sfruttano l’erba per l’allevamento, ma al contempo mantengono l’equilibrio dell’ambiente.

Ci sono poi i cosiddetti Sette Parchi Naturali, che concentrano nelle rispettive aree –con un’estensione che va dai 160 ai 3.800 chilometri quadrati- tutta la biodiversità del Sud del Baden-Württemberg. Due di questi si contendono la tutela del verde nella mitica Schwarzwald: il Parco Naturale della Foresta Nera Meridionale e il Parco Naturale della Foresta Nera Centro-Settentrionale.

Un altro parco, quello di Schönbuch, abbraccia invece il paesaggio roccioso e fiabesco dell’Alto Danubio, ammantato di bosco, solcato da belle vallate e punteggiato di importanti abbazie. Altro fiume, altro parco: a impreziosire gli scenari già splendidi del Naturpark Neckartal-Odenwald sono una serie di antichi castelli e la città storica di Heidelberg, distesi tra fiume e foresta.

Storico oltre che naturalistico il valore del Parco Naturale della Foresta Franco-Sveva, nel cui territorio correva il Limes, sistema di fortificazioni erette dai Romani, i cui resti sono oggi sotto tutela Unesco.

Infine, il Parco Naturale di Stromberg-Heuchelberg, armonica fusione di bosco, pascolo e vigneti e culla di prodotti eccellenti.

Blogger professionista e da sempre appassionato esperto di telecomunicazioni, serie tv, soap opera e lifestyle. Giuseppe Ino è redattore freelance per diversi siti web verticali. Ha fondato teleblog.it. Collabora anche con UpGo.news nella creazione di post e analisi. Giuseppe Ino su Facebook.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: