Alla scoperta di Cerreto Sannita con la Chiesa di Santa Maria Assunta

Prosegue il nostro viaggio alla scoperta di Cerreto Sannita, antico borgo in provincia di Benevento grazie alla passione e alle passeggiate del nostro Gianluca De Matteis che ci fa viaggiare nella storia insieme con lui e le sue foto, immagini che potete trovare anche sul suo profilo Instagram.

Prima di entrare nel dettaglio della notizia, vi ricordiamo che potete ricevere in anteprima e con puntualità tutte le nostre News iscrivendovi al Canale Telegram, il nostro canale tematico.

La chiesa di Santa Maria, denominata anche chiesa di Santa Maria del Monte dei Morti o della Madonna Assunta, è una architettura religiosa sita nel centro storico di Cerreto Sannita.

In Cerreto antica l’esistenza di una chiesa parrocchiale dedicata a santa Maria è documentata già nel 1334, anno in cui venne fusa la campana che, nel 1730, venne trasferita nella chiesa ricostruita nel nuovo tessuto urbanistico di Cerreto Sannita, edificato dopo il sisma del 1688.

La chiesa svolse funzioni parrocchiali sino al 22 febbraio 1544 quando il vescovo Alberico Giaquinto – consenzienti il feudatario Diomede Carafa e l’Universitas – dispose la soppressione delle cinque parrocchie esistenti a Cerreto erigendo la chiesa di San Martino a collegiata.

La facciata, priva di decorazioni, è abbellita dall’imponente portale eseguito da Antonio Di Lella nel 1754 e sormontato da un cranio molto verosimile eseguito su marmo di Pario che al contrario della pietra locale rende maggiormente i particolari.

Il campanile è arricchito nel prospetto da pietre di riporto provenienti dalla Cerreto medievale e termina in una cipolla ricoperta da embrici maiolicati gialli e verdi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: