“Pussy Riot – Una preghiera Punk”, su laF l’esclusivo documentario delle attiviste russe

Mercoledì 25 novembre 2020, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donnelaF (Sky 135) propone una prima serata speciale: nella ricorrenza istituita dal 1999 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite per riflettere su un tema ancora così attuale, va in onda “Pussy Riot – Una preghiera Punk” il documentario di Mike Lerner e Maxim Pozdorovkin che segue le vicende giudiziarie del collettivo femminista e attivista punk-rock russo. 

Prima di entrare nel dettaglio della notizia, vi ricordiamo che potete ricevere in anteprima e con puntualità tutte le nostre News iscrivendovi al Canale Telegram, il nostro canale tematico.

Nel 2012, dopo controverse elezioni, Vladimir Putin si insedia per la terza volta al Cremlino come presidente della Federazione Russa: migliaia di cittadini scendono in piazza in tutto il Paese per contestare la legittimità del suo governo.

Tra di loro, balza al clamore internazionale la protesta delle Pussy Riot: Nadia, Masha e Katia, armate di passamontagna colorati, calze, abiti estivi e strumenti musicali, entrano nella cattedrale di Cristo Salvatore, la più importante di Mosca, e danno vita a una “preghiera punk”. Verranno arrestate e condannate a 2 anni di carcere, in un processo diventato uno show mediatico di proporzioni internazionali.

Per sei mesi, i due registi hanno seguito da vicino le ragazze e la loro battaglia contro un sistema giudiziario controverso e lontano da ogni logica liberale. 

Pussy Riot – Una preghiera Punk” è in onda su laF (Sky 135) alle ore 21.10 in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. “Pussy Riot – Una preghiera Punk”, di Mike Lerner, Maxim Pozdorovkin. Russia/UK, 2013. 90′

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: