Intervista a Lara Carbonaro Ferragni: trucchi e segreti dei capricci pendenti dei vip

Lara Carbonaro Ferragni è una designer e fashion consultant originaria di Cremona. Le sue creazioni (i cosiddetti capricci pendenti) sono interamente fatte a mano mediante la tecnica americana denominata wire, che attraverso l’utilizzo di questo materiale consente di ottenere bijoux di forme diverse abbinate a pendenti in pietre dure, pietre naturali, cristalli, swarovsky, legni, resine e tanto altro ancora. Gli strumenti del suo mestiere sono mani, pinze, martelli per varie texture e macchinari di precisione per tagli ed embossed. Un’arte sublime frutto della sua grande passione per gli accessori e della sua fantasia, che è l’occhio dell’ingegno. Ora però conosciamola meglio. Subito dopo il salto troverete l’intervista integrale a Lara Carbonaro Ferragni.

Lara Carbonaro Ferragni – Foto: Instagram

Lara Carbonaro Ferragni: moda e arte

Benvenuta a Lara su Maglifestyle.it, come ti descriveresti in tre parole?

Coerente, determinata e con fantasia.

Quando e come è iniziata la tua carriera nel mondo della moda?

Tutto è iniziato come hobby, amando l’accessorio, indossandolo sempre e avendo un po’ di gusto negli abbinamenti di colore e pietre. Diciamo 2010 quando ho aperto la pagina Facebook e pubblicato le primissime creazioni artigianali. Da qui il resto… Ma inserita nella moda e TV successivamente, dopo aver studiato la storia del gioiello, le varie tecniche di lavorazione e aver scoperto la tecnica americana del wire, amando l’America, me ne sono subito innamorata e “fatta” mia. Per me era perfetta, volevo differenziarmi un po’ dal tipico bijou. È personalizzabile e su misura per forma, colore e dimensione. Ho scelto il nome Capricci Pendenti Wire ed eccomi qua!

Lara Carbonaro Ferragni – Foto: Facebook

Lara Carbonaro Ferragni: carriera e i capricci pendenti dei vip

I tuoi “capricci pendenti” fanno impazzire tantissime vip del jet set nazionale. Ci potresti svelare qualche trucco e segreto del mestiere?

Beh, guarda trucchi non ne ho. Studio però sempre la persona, il suo look e la personalità per decidere cosa creare. La particolarità è che i Capricci prendono forma in base a chi li indossa, nel vero senso della parola. Esempio alcuni bracciali o girocolli si adattano alla fisicità e forma del corpo. Altro punto forte del wire è la leggerezza sia alla vista sia indossati, e quindi, tenerli per tante ore non è un problema.

Alba Parietti con i capricci pendenti – Foto: Facebook

Qual è il valore aggiunto della tua carriera?

Carriera è una parolona… non so se è un valore aggiunto, ma ci tengo tantissimo a rimanere con i piedi per terra, con serietà, coerenza e soprattutto correttezza nei confronti delle clienti, dei personaggi che “vesto” e delle persone con cui collaboro.

Patrizia Rossetti con i capricci pendenti – Foto: Instagram

Hai instaurato diverse collaborazioni importanti e prestigiose. Potresti parlarci della tua amicizia e collaborazione con lo stylist tv e fashion designer Andrea Ubbiali?

Sì, è vero negli anni ho avuto l’occasione di conoscere tante persone e personaggi, tante collaborazioni e vere amicizie nate. Con alcuni mi piace chiamarli bellissimi incontri oltre che collaborazioni. Uno di questi è proprio con il professionista Andrea Ubbiali. Fornendo le mie creazioni da anni agli studi Mediaset e non solo, grazie anche a costumiste stupende con le quali è nata una sincera amicizia, “vesto” con passione vari vip. Un giorno ho visto Patrizia Rossetti, che indossa spesso i miei Capricci Pendenti Wire per lavoro sul set o nei vari salotti TV, con un abitino sfiziosissimo che mi ha colpito. In Instagram tra i tag, oltre il mio, c’era anche quello di Andrea. L’ho contattato per fargli i miei complimenti. Ci siamo conosciuti e c’è stata da subito empatia di idee e considerazioni sul delicato lavoro che svolgiamo. Da quasi subito sono nati outfit e look ad hoc, tra i suoi meravigliosi abiti e i miei gioielli in Wire, per vari personaggi del jet set.

Lara Carbonaro Ferragni con lo stylist tv, fashion designer e make up artist Andrea Ubbiali – Foto: Instagram

Qual è la cosa più importante e significativa che hai imparato nel mondo della moda?

Sicuramente la cura del dettaglio nel creare. Mentre nella moda ho imparato che stupire e animare il gioiello con particolarità anche estrose, sempre per differenziarmi, è cosa vincente. Ecco perché preferisco non seguire la moda, ma farla a modo mio.

I social network influenzano il tuo lavoro? Se sì, come?

I social sicuramente mi hanno aiutata a farmi conoscere e ampliare la platea. Se usati in modo corretto e con obiettivi ben precisi sono utilissimi. Io ho iniziato con Facebook, ma devo dire che da quando sono presente anche su Instagram, il feedback e i lavori sono diversi… e mi piace molto.

Che cosa ti auguri per il futuro?

Per il futuro? Non vorrei essere banale. Stiamo vivendo tutti da ormai parecchi mesi una realtà tristissima e difficilissima. Non è stato facile gestire situazioni fragili anche a domicilio, ti ricordo che io sono educatrice professionale per bambini diversamente abili nelle scuole. Auguro un 2021 di rinascita umana, psicologica ed economica e che ci possa insegnare a dare la giusta importanza e priorità alle cose e alle persone… e di realizzare, perché no, tanti capricci per donne sempre più capricciose!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: