"L'orchestra rubata di Hitler", Silvia Montemurro ci porta alla scoperta di un nuovo retroscena di quel periodo - MagLifestyle

“L’orchestra rubata di Hitler”, Silvia Montemurro ci porta alla scoperta di un nuovo retroscena di quel periodo

Berlino, anni Trenta. A Elsa hanno sempre chiesto di obbedire, di fare prima la brava bambina, poi la perfetta moglie tedesca. Intorno a lei, molte donne hanno fatto lo stesso, pronte a servire il Reich accanto ai loro uomini invincibili. Ma l’equilibrio fragile sul quale è costruita la sua vita sta per spezzarsi: suo marito Heinrich, ufficiale delle SS, ha ricevuto un importante incarico segreto, e per la prima volta non è disposto a parlarne con lei.

Prima di entrare nel dettaglio della notizia, vi ricordiamo che potete ricevere in anteprima e con puntualità tutte le nostre News iscrivendovi al Canale Telegram, il nostro canale tematico.

L'orchestra rubata di Hitler di Silvia Montemurro

Per scoprire di cosa si tratta, una sera lo segue di nascosto, lo vede entrare in un appartamento, parlare con un superiore, infine trafugare la custodia di un violino. Non un violino qualunque: un Guarneri del Gesù, uno dei pochi esistenti, dal valore inestimabile.

Ma Elsa vede anche un’altra cosa: la foto della ragazza che possedeva quello strumento, nei cui occhi riconosce una sofferenza comune. Decide così di cercarla, a qualunque costo, anche se questo significherà mettersi in grave pericolo e gridare la sua voglia di libertà in faccia all’uomo più pericoloso che il Novecento abbia conosciuto.

Riportando alla luce uno dei crimini meno noti della storia nazista, Silvia Montemurro compone e dirige con maestria una travolgente opera a due voci, quelle di due donne divise dalla Storia e unite dalla musica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Damiano Carrara e Gino D'Acampo Food Network Previous post Damiano Carrara e Gino D’Acampo tornano su Food Network con Fuori Menù anche su Real Time
BOBBY AND GIADA IN ITALY S01. Next post Bobby and Giada in Italy, su Food Network un viaggio nella “dolce vita” italiana
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: