“Climbing Iran”, su laF la vera storia di Nasim Eshqi attivista in Iran e pioniera dell’arrampicata

In occasione della Giornata Internazionale della Montagnasabato 11 dicembre alle 21.10 su laF(Sky 135) va in onda il documentario “Climbing Iran” sulla storia di Nasim Eshqipioniera dell’arrampicata all’aperto e attivista in Iran, dove lo sport femminile è malvisto dalla società patriarcale.

Prima di entrare nel dettaglio della notizia, vi ricordiamo che potete ricevere in anteprima e con puntualità tutte le nostre News iscrivendovi al Canale Telegram, il nostro canale tematico.

Il film diretto da Francesca Borghetti, premiato al Festival di Trento e al DOC Film Festival, presentato in anteprima mondiale alla Festa del Cinema e prodotto da NANOF, è il ritratto di una donna determinata a superare le barriere che si oppongono alla sua passione, siano esse fisiche, sociali, psicologiche, geografiche o ideologiche. 

Dopo essere stata una giovane campionessa di diversi sport, dal karate al kickboxing, Nasim ha iniziato a scalare a 23 anni e non si è più fermata. Seguendo il richiamo della natura, ha deciso di costruire la propria strada sulle montagne persiane aprendo decine e decine di nuove vie andando oltre gli obblighi imposti alle donne del suo Paese, le quali possono arrampicare solo su pareti artificiali, durante orari stabiliti e in giorni diversi rispetto agli uomini.

La giovane freeclimber ha sempre dovuto fare fatica doppia, perché sono sempre state due, in realtà, le montagne da scalare: quella fisica, ma soprattutto quella culturale, intrisa di divieti e disuguaglianze verso le donne iraniane. 

Ora che Nasim è diventata la numero uno nella sua disciplina in Iran e una delle più note atlete al mondo, rivendica il diritto, per sé e per altre ragazze come lei, di poter fare sport e battere la forza di gravità senza il peso delle discriminazioni. Come lei stessa afferma: “La gravità non mi chiede qual è il mio passaporto. Ti tira giù allo stesso modo, non importa se sei ricco o povero, nero o bianco, iraniano o italiano, uomo o donna”. Nasim indossa il velo nel rispetto della legge, ma in montagna mette un casco mentre si arrampica con le sue mani dalle unghie laccate di rosa shocking su pareti vertiginose: “La donna in vetta riesce a essere la donna che vuole, e quanto torna giù e si mette il velo si porta quella libertà con sé”.

Mentre coltiva il sogno di raggiungere l’Europa e aprire una “nuova via” sulle Alpi, Nasim si impegna a cambiare le cose “un passo alla volta”: porta altre giovani aspiranti atlete sulle pareti di roccia, poco fuori Teheran, insegnando loro come arrampicarsi e diventare indipendenti

L’appuntamento con “Climbing Iran” in occasione della Giornata Internazionale della Montagna è per sabato 11 dicembre2021 alle ore 21.10 su laF (Sky 135) e disponibile anche on demand su Sky e su Sky Go.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: