La violenza su Artemisia Gentileschi a Una giornata particolare con Aldo Cazzullo su La7 - MagLifestyle

La violenza su Artemisia Gentileschi a Una giornata particolare con Aldo Cazzullo su La7

Un racconto forte e dal valore altamente simbolico sarà al centro della quarta puntata di “Una giornata particolare”, il programma di Aldo Cazzullo in onda mercoledì 5 ottobre 2022 alle 21.15 su La7, dedicato ai personaggi nei loro momenti cruciali che hanno cambiato il corso della storia e delle nostre vite.

Prima di entrare nel dettaglio della notizia, vi ricordiamo che potete ricevere in anteprima e con puntualità tutte le nostre News iscrivendovi al Canale Telegram, il nostro canale tematico.

Un’altra straordinaria puntata dedicata alla pittrice Artemisia Gentileschi, una donna che si è ribellata allo violenza subita portando il proprio carnefice in tribunale.

Sarà questa la giornata particolare all’interno della quale Cazzullo ripercorrerà i momenti salienti che hanno cambiato per sempre la vita della pittrice, grazie a documenti originali del processo che vide coinvolti la pittrice e Agostino Tassi, il suo violentatore, e che oggi sono custoditi all’Archivio di Stato di Roma.

Queste preziose carte ci racconteranno anche quale era la Roma di inizio ‘600 e quali erano i pittori che vi lavoravano, primo tra tutti Michelangelo Merisi, Caravaggio. Il più famoso quadro di Artemisia Gentileschi, “Giuditta e Oloferne” del 1612, è stato dipinto in un periodo in cui per le donne non era così semplice istruirsi, condurre una vita sociale autonoma, affermare la propria personalità. Artemisia fu tra le prime a firmare i quadri che dipingeva: una novità così grande che non esisteva un nome per chiamarla, per definirla, e la chiamarono pittora, o pittoressa.

Ma quel quadro, “Giuditta e Oloferne”, è anche la chiave per comprendere  quell’episodio che ha segnato la vita di Artemisia: lo stupro che lei ha subito, nel maggio 1611, da parte di Agostino Tassi, pittore e amico di suo padre Orazio Gentileschi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous post Indie Jungle, riparte la musica live su Sky Arte con 12 nuovi concerti
Next post “Ne uccide più la lingua”, nel nuovo libro di Valeria Fonte la discriminazione di genere attraverso la parola
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: